Ma sempre ci sarà un buco nel muro dell' inverno per rivedere l'estate più bella...

e senza che nessuno li chiami i ricordi felici vengono a dir presente,

a riprendere posto accanto al fuoco vivo.

mercoledì 14 aprile 2010

Cambiamo rotta...

Avevo iniziato questo blog con l'intenzione di parlare di "altro" oltre che del mio estro artistico, durante i giorni poi ho finito con il parlare solo di me,
quindi adesso CAMBIAMO ROTTA, prendendo al balzo la palla in questa fase di standby artistico, anche perchè non è educato nei confronti di chi continua a visitarmi e non trova mai novità o cose interessanti da leggere...dunque partiamo.
Leggo molte e diverse riviste di architettura e design, e vorrei parlarvi di un articolo che mi ha interessata particolarmente, protagonista di questo è una giovanissima artista milanese, che ha cominciato prestissimo a cavalcare lo scenario artistico italiano riscontrando i pareri favorevoli della critica, il suo nome è Paola Pivi, le sue performances sono molto duchampiane, concettuali, surreali,
ha esposto in diverse edizioni della biennale di Venezia, nonchè musei e gallerie non solo italiane.
E' nota per installazioni di grande effetto, come il camion rovesciato o l'aereo da caccia capovolto, ultimamente ha realizzato delle gigantografie di animali in situazioni del tutto inverosimili, zebre in paesaggio alpino innevato, struzzi in spiaggia, e quella che più mi piace, un asinello in una barchetta che fluttua dolcemente sull'acqua, dunque la sua opera è permeata da un forte senso di surrealismo distaccatamente studiato, immagini che invitano ad una sottile riflessione dell'inverosimile possibile, poichè diciamolo pure, oggigiorno tutto è possibile...
Dopo l'infarinatura generale sulla sua opera artistica, torniamo a ciò che narrava l'articolo e che vede appunto artefice nell'ideazione la nostra Paola;
si tratta di un progetto per un particolarissimo studio di registrazione sito a Rotterdam, nell'area denominata Coolsingel, che è una delle aree meno belle della città,questo progetto le è stato commissionato dalla Sculpture international Rotterdam (SiR) e prenderà nome di "Grrr Jamming squeak".
Praticamente per un anno in un edificio di questa strada sarà allestito un vero e proprio studio di audioregistrazione sulle cui vetrate saranno affisse le immagini dei veri protagonisti di questo progetto: gli animali!
Cosa c'entrano adesso gli animali?...ma loro sono la particolarità dell'idea, poichè in questo luogo oltre a poter registrare la propria musica gratuitamente, utilizzando strumenti musicali che saranno messi a disposizione degli utenti, si troveranno le registrazioni sonore delle "voci" di oltre cento animali, raccolte dalla Macaulay library del Cornell lad of ornithology di New York, io la trovo un' idea meravigliosa e particolare, mixare il suono prodotto dall'uomo con quello della natura, tra l'altro è qualcosa di già sperimentato e che funziona, infatti ho subito pensato alla musica di Lucio Dalla, "VIAGGI ORGANIZZATI" comincia con il frinire dei grilli in una sera d'estate a cui si aggiunge pian piano la musica, così come "LE RONDINI" sempre di Dalla, inizia con il garrire delle rondini,che poesia, cito lui perchè mi piace molto, ma penso ci siano altri esempi che ignoro...
Questo progetto prevede la realizzazione di un sito "grrr.nl" e un blog aggiornati sugli eventi che man mano verranno realizzati, infatti ogni mese lo spazio si aprirà sulla piazza per offrire concerti dal vivo di musica di vario genere mixati alla voce degli animali e una volta alla settimana una radio cittadina trasmetterà le migliori registrazioni, per chiudere in bellezza il progetto, verrà realizzato un cd con i 13 brani più riusciti, che altro dire, un gran bel progetto, un' idea fuori dal comune e per di più, frutto di una giovane mente italiana, perciò musicisti in erba, fate un bel viaggio in Olanda e andate a registrare i vostri pezzi in questa maniera fuori dal comune.

1 commento:

  1. Brava Teresa.
    Ti facciamo tutti un abbraccio "virtuale";)

    RispondiElimina