Ma sempre ci sarà un buco nel muro dell' inverno per rivedere l'estate più bella...

e senza che nessuno li chiami i ricordi felici vengono a dir presente,

a riprendere posto accanto al fuoco vivo.

lunedì 28 febbraio 2011

ZAGARE E GELSOMINI




E la mancanza è forte come il mare tempestoso durante la bufera.

Rabbiose onde infuriate dal vento che urla forte e corre

per consumare il suo tormento, così l'anima mia.

Mancanza,

Vuoto,

mi solcano ora dopo ora,

resisto, resisto,

una vanga scava nel mio muto dolore,

il silenzio in cui prolifica questo male,

che non ha nome, non ha tempo, non ha fine.

Mancanza,

manchi a me, alla mia vita,

manca la primavera al mio giardino dove non fioriscono più di notte

Zagare e Gelsomini,

dove non suona più la musica nostra bella

e dove tu più non canti nè io ballo.

La felicità è spenta e non odora più l'aria di

Zagare e Gelsomini.







Licenza Creative Commons
Zagare e Gelsomini by Teresa Lupo is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.